In offerta!
175desc.png

La riparazione per l’ingiusta detenzione

Profili dottrinali e giurisprudenziali

Di:

€ 15.00 € 12.75 i.i.

ISBN: 978-88-97425-03-8

Pagine: 240

Formato: A5

Disponibilità FUORI PRODUZIONE

Spedizione NON DISPONIBILE

Descrizione prodotto

Non sempre è facile garantire quella giustizia tanto consacrata nei testi, nei libri, negli articoli di legge o quant’altro, in cui ci si obbliga all’osservanza e al rispetto del principio di legalità, un principio cardine e vigente nel nostro ordinamento giuridico. Nella prassi, al posto di garantire quella giustizia che si ricerca come grido alla propria difesa, talune volte si crea, invece, ingiustizia. Questo principio non è indirizzato solamente a noi cittadini, ma anche agli operatori della giustizia che, giorno per giorno, applicano le leggi. Spesso accade però che, nonostante il nostro regime giuridico detti delle leggi di tutela a favore di un soggetto indagato o imputato di un fatto reato, si veda limitare la propria libertà personale ancor prima di essere condannati, in deroga al principio di non colpevolezza ex art. 27 Cost. Ecco che il legislatore ha introdotto pertanto, al fine di tutelare un soggetto illegittimamente sottoposto a misura carceraria o domiciliare, l’istituto della “riparazione per ingiusta detenzione”, affermatosi dopo una lunga battaglia, non solo dottrinale ma anche giurisprudenziale, configurando finalmente un diritto soggettivo, ex art. 314 e 315 del codice di procedura penale del 1988. Una vera conquista di civiltà giuridica.

Spesso accade che nonostante il nostro regime giuridico detti delle leggi di tutela a favore di un soggetto indagato o imputato di un fatto reato, ci si veda limitare la propria libertà personale ancor prima di essere condannati, in deroga al principio di non colpevolezza …

Recensioni

Ancora non ci sono recensioni.

Scrivi la prima recensione per “La riparazione per l’ingiusta detenzione”