In offerta!
356big.png

Modernità, arte, schizofrenia

La regressione come possibilità produttiva

Di:

€ 15.90 € 13.52 i.i.

ISBN: 978-88-6733-435-3

Pagine: 124

Formato: A5

Disponibilità Disponibilità immediata

Spedizione Normalmente spedito entro 21 giorni lavorativi

Descrizione prodotto

La modernità, l’arte e la schizofrenia sono dispositivi: un dispositivo è ciò che ordina, dispone e governa la nostra posizione nel mondo e le nostre pratiche. Noi soggetti siamo dunque costantemente assoggettati al potere e al controllo dei dispositivi in cui viviamo? No.
Per ogni dispositivo, anche per quello più totalizzante, esistono delle linee di derivazione, linee di fuga che permettono di pervertire e far evolvere il dispositivo stesso. Una via di fuga possibile è il viaggio verso la regressione: si parte dall’adulto capitalista e si giunge al neonato schizo-paranoide; si parte dalla logica della ragione e si giunge allo schema corporeo; si parte dalla passività del desiderio e si giunge all’attività artistica.
Regredire ai frammenti è il pre-disporsi a qualsiasi tipo di produzione che, sia essa terapeutica, schizofrenica o artistica è sempre vera e può porre questioni nuove che aprono alla creatività e allo sviluppo nel futuro.

Recensioni

Ancora non ci sono recensioni.

Scrivi la prima recensione per “Modernità, arte, schizofrenia”