Vedi il carrello "Le Horla" aggiunto correttamente al carrello.
In offerta!
357big.png

Verità e vita

Studio sulla contraddizione e sulla pensabilità del divenire

Di:

€ 15.90 € 13.52 i.i.

ISBN: 978-88-6733-451-3

Pagine: 300

Formato: A5

Disponibilità Disponibilità immediata

Spedizione Normalmente spedito entro 21 giorni lavorativi

Descrizione prodotto

La verità e la vita, intese rispettivamente in quanto assenza di contraddizione e divenire, sembrano essere incompatibili. Come può qualcosa farsi altro da sé, e cioè divenire e vivere, senza che questo implichi contraddizione, e cioè attentare alla verità? L’espressione “verità e vita”, così, sembra dover essere intesa in senso esclusivo – la verità è da una parte, e la vita dall’altra. O, meglio, tra la verità e la vita sembra necessario operare una scelta. E, tuttavia, come si può scegliere tra la verità e la vita? Come si può ignorare il principio di non contraddizione? E, d’altra parte, come si può concepire una vita regolata, per così dire, da questo? Se nulla può farsi altro da sé, non dovrebbe il divenire dissolversi nel parziale apparire e celarsi di una realtà che si costituisca come un tutto già dato, che sempre è? Ma se questo è vero, la vita personale dovrebbe ridursi al succedersi di istanti di coscienza separati. “Io” sarei così un’illusione: da collocare, per di più, nell’eterno che dovrebbe abbracciare ogni essere. Il punto sembra essere quello della validità logica o ontologica del principio di non contraddizione. Si dovrebbe così ipotizzare una discrasia tra il modo in cui si pensa e parla, e il mondo “esterno”? A meno che, tra il filosofo Emanuele Severino e Sant’Agostino, assunti in questo lavoro come alfieri, rispettivamente, della verità e della vita, non si possano accogliere alcuni suggerimenti hegeliani, applicando alle persone ciò che Hegel dice a proposito (anche) dell’assoluto. Che si possa, in questo modo, parlare di verità e anche vita, di verità che è vita (e viceversa)?

Recensioni

Ancora non ci sono recensioni.

Scrivi la prima recensione per “Verità e vita”